Tutti amano Mister B(2)

Giovedì mattina, a Sassari, Flavio Carboni è stato arrestato per l’inchiesta sugli appalti per l’eolico. Carboni non è nuovo a questo tipo di indagini, essendo stato già collegato alla bancarotta del Banco Ambrosiano, al caso Calvi e addirittura ai boss della banda della Magliana.

Secondo il Gip, inoltre, Carboni e gli altri due arrestati (il geometra Pasquale Lombardi, magistrato tributario ed ex sindaco proprio del paese natale di Carboni, e il costruttore Arcangelo Martino, ex assessore napoletano del Psi nell’epoca craxiana) avrebbero esercitato pressioni sui giudici della Corte Costituzionale per far sì che non bocciassero il lodo Alfano.

Uhm, chi ci ricorda? Alla stragrande maggioranza dei miei coetanei, probabilmente, niente e nessuno. A me la P2. E alcune intercettazioni rafforzano le mie convinzioni.

Magari sono troppo drastico, in effetti la loggia di Licio Gelli era ben più organizzata e complessa, ma è impossibile non notare certe affinità, soprattutto tra i nomi degli interessati.

Ai già citati, infatti, si aggiungono il governatore Ugo Cappellacci, il sottosegretario alla giustizia Giacomo Caliendo, i magistrati Antonio Martone e Arcibaldo Miller, il deputato nonché coordinatore nazionale del Pdl Verdini, il sottosegretario all’economia Nicola Cosentino e, soprattutto, il sempreverde Marcello Dell’Utri.

Ovviamente il nostro giovane premier è all’oscuro di tutto. Tutti si prodigano, oltre che per fare i propri porci comodi, per salvaguardare i suoi interessi per puro amore dell’unto dal Signore, che ha da poco chiesto al fondatore del San Raffaele di farlo campare fino a 150 anni per rimettere in sesto l’Italia (probabilmente dai casini che ha creato lui, ma poco ci spero).

Come detto, forse, è improprio parlare di “nuova P2” (o P3, come è stata chiamata da alcuni), ma perché privare l’accolito numero 1816 del venerabile maestro (volutamente minuscoli) Gelli dei suoi meriti?

Che la si chiami B2.

-m4p-

VIDEO: La Famiglia Rossi, Mi sono fatto da solo

Annunci

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...