Invocare demoni e altri racconti

In questi ultimi giorni mi sono interessato parecchio ai cosiddetti Illuminati. Dagli articoli e dai video che ho “studiato” emerge che a un certo punto della loro storia si siano legati alla Massoneria per poter meglio raggiungere il loro scopo, ovvero il Nuovo Ordine Mondiale (NWO – New World Order), vuoi per la segretezza, vuoi per l’aspetto esoterico-religioso di ‘sta setta di minchioni, poiché uno degli aspetti fondamentali dell’unità globale che auspicano di controllare è l’unità della religione.

Quale religione?” diranno sùbito i miei piccoli lettori. Beh, è presto detto, non quella cristiana, basata sull’amore e il rifiuto del denaro (non ridete, vi prego, vi giuro che in realtà è così!), ma quella luciferina della Società Teosofica fondata da Helena Petrovna Blavatsky (foto) e propugnata da Albert Pike nelle “istruzioni per i ventitré Consigli Supremi del mondo”. Pare quindi che i suddetti Illuminati siano pratici a riti tanto stupidi quanto inquietanti, comprendenti sacrifici umani ed evocazioni di demoni.

Vi dico la mia opinione a riguardo: i capoccia degli Illuminati non credono affatto a queste stronzate ma le usano per soggiogare le deboli menti di chi gli va appresso, questa gente è troppo intelligente per farlo. Vi spiego perché la penso così.

Mettiamo caso che Satana e i demoni esistano, ok? Se sono così potenti come vogliono farci credere com’è che hanno bisogno di essere evocati per materializzarsi in mezzo a noi? Nel Nuovo Testamento il Diavolo scorrazzava liberamente per la Terra (Santa) senza bisogno di medium né della tivù per comunicare col nostro mondo. Tra l’altro come hanno fatto i massoni a venire a conoscenza di tali riti d’evocazione? Qualcuno deve averli scritti e tramandati, certo, ma questo qualcuno come li ha scoperti in primo luogo? Glieli hanno detti i demoni stessi? Ma come, se hanno bisogno di essere evocati? Devo credere che delle persone non solo siano riuscite ad indovinare che tanti e tali esserei esistono, sotto quale forma e in che modo, ma che addirittura siano riuscite a beccare il rito esatto con cui evocarle, così, dal nulla! Checché se ne dica in Streghe (mi scuso per l’esempio ma è il più comprensibile che m’è venuto in mente, ahimé), infatti, una pratica così potente come la stesura dell’invocazione di un demone sarebbe al di là delle capacità umane (non a caso chi lo fa è, appunto, una strega), altrimenti i veri demoni sarebbero gli uomini. Uhm, teoria interessante, nevvero?

Un’altra domanda che mi sorge spontanea è: come fanno a sapere che ‘sti cazzo di riti funzionano? No perché avrebbero dovuto quanto meno provarli e avere successo, quindi che senso avrebbe invocarli di nuovo? Dove sarebbero, allora, ‘sti demoni? Stando a quanto dice la gente gli unici diavoli in giro sono arrivati dal Nordafrica,  all’Albania e dalla Romania, non certo da un’altra dimensione né tanto meno con viaggi fighi come le evocazioni esoteriche, tutt’altro.

Domandone finale: se il Diavolo e i demoni esistessero, dovrebbe necessariamente esistere anche Dio (che facciamo sennò, mitologia selettiva?), e cosa può opporsi alla volontà di Dio? NIENTE.

In conclusione io credo nella pazzia e nella cupidigia delle persone. Credo che l’unico vero dio, l’unico vero diavolo, sia il denaro.

La logica, gente, vi aiuterà.

-m4p-

E il settimo giorno l’Uomo creò Dio. E l’Uomo vide che ciò era cosa molto buona.

Annunci

3 commenti su “Invocare demoni e altri racconti

  1. lordbad ha detto:

    Penso che il problema di dio si pone in quanto siamo esseri pensanti!

    Comunque un bel post, complimenti all’autore!

    Spero avrai modo di ricambiare la visita sul nostro blog Vongole & Merluzzi =)
    http://vongolemerluzzi.wordpress.com/

  2. Jack ha detto:

    Tu dici: “Se esiste il diavolo deve esistere anche Dio”. In realtà è sufficiente che esista qualsiasi cosa per rendere razionalmente necessaria l’esistenza di Dio (principio stesso della ragione): non soltanto il diavolo.
    L’esistenza del diavolo è non razionalmente necessaria. E’ un dato di fede.
    Inoltre, niente può andare contro la volontà di Dio ma, per fede, c’è la possibilità che Dio permetta il male, fino ad un limite che Egli pone a suo (di Dio) libero arbitrio.

    • marco4pres ha detto:

      Ok, spiegami perché l’esistenza di qualsiasi cosa renda “RAZIONALMENTE necessaria” l’esistenza di Dio. Ci sono infinite teorie sull’origine di tutto, moltissime delle quali non contemplano, plausibilmente, l’esistenza di un’entità superiore. Non basta affermare una cosa per renderla vera, bisogna argomentarla e dimostrarla.
      Grazie :)

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...