Le rivoluzioni colorate di Soros

George Soros

La Rivoluzione delle Rose in Georgia. La Rivoluzione Arancione in Ucraina. La Rivoluzione dei Tulipani in Kirghizistan. La Rivoluzione Zafferano in Myanmar. La rivoluzione verde in Iran. Il Popolo Viola in Italia. Dietro tutti questi (e altri) colori sembra esserci la mano dello stesso artista, uno dei massimi rappresentanti del “capitalismo etico” di sinistra George Soros, un finanziatore e speculatore tanto caro al Premio Nobel per la Pace 2009.

Se vi suona strano leggere le parole “sinistra” ed “etico” inseme a “capitalismo”, “finanziatore” e “speculatore”, forse dovreste dare un’occhiata al calendario. Al di là del qualunquismo da bar in odio a Nanni Moretti, è chiaro che nel corso degli anni gli attori politici sono cambiati. Quello che è meno chiaro, perché taciuto o espresso implicitamente dai media, è che i sedicenti “esportatori di democrazia”, in realtà, impongono leader filo-americani o ne sostituiscono di desueti (vedi lo zio di Ruby Rubacuori in Egitto).

In aggiunta ai link qua sopra (basta cliccare sopra le parole blu per visualizzarli) che approfondiscono il background del personaggio, vorrei aggiungere che il buon Soros “gestisce”, attraverso il Soros Fund Management, il Quantum Group of Funds,  gruppo di fondi speculativi con sede a Curaçao (Antille Olandesi) e nelle Isole Cayman, fondato nei primi anni ’70 con Jim Rogers e finanziato, tra gli altri, dalla famiglia Rothschild. Nel 1992 il Quantum Group divenne famoso per aver causato la svalutazione della Sterlina, operazione che gli fruttò un miliardo di dollari nel Black Wednesday (16 settembre) di quell’anno, mentre nel ’97 il buon vecchio George fu accusato della svalutazione forzata delle valute del Sud-est asiatico (è stato condannato all’ergastolo in contumacia dall’Indonesia per speculazioni sulla moneta locale).

[…] è lo stesso George Soros ad ammettere pubblicamente di essere uno dei principali speculatori internazionali. Ad esempio, in un’intervista rilasciata al quotidiano inglese The Guardian il 19 dicembre 1992, riportata anche nel documento “Lo sviluppo moderno dell’attività finanziaria alla luce dell’etica cristiana”, preparato dalla Commissione Pontificia “Justitia et Pax”, Soros testualmente dice: “Sono certo che le attività speculative hanno avuto delle conseguenze negative. Ma questo fatto non entra nel mio pensiero. Non può. Se io mi astenessi da determinate azioni a causa di dubbi morali, allora cesserei di essere un efficace speculatore. Non ho neanche l’ombra di un rimorso perchè faccio un profitto dalla speculazione sulla lira sterlina. Io non ho speculato contro la sterlina per aiutare l’Inghilterra, né l’ho fatto per danneggiarla. L’ho fatto semplicemente per far soldi.” Questa dichiarazione vale anche per la lira italiana. In un altro articolo scritto per il Times di Londra il 12 settembre 1995, Soros dice a riguardo del suo operato speculativo: “Mi sono mosso nell’ambito di regole decise da altri. Se le regole falliscono, non è colpa mia in quanto partecipante, ma di coloro che le hanno decise… quando gli speculatori fanno profitti, in qualche modo le autorità hanno fallito.” (Fonte)

Un bel personaggino “etico” e scevro di secondi fini.

Per chi non lo sapesse, Iran, Corea del Nord, Sudan, Cuba e Libia sono le uniche 5 nazioni al mondo a non avere una Banca Centrale controllata dalla famiglia Rothschild. Le ultime due in ordine di tempo ad averne sono state Iraq (non prima del 2003) e Afghanistan (non prima dell’11 settembre 2001). Come mi fa notare progemi, poi:

L’Iran è in lista d’attesa per una guerra, come la Corea del Nord, in Libia e Sudan è in corso..a Cuba ci hanno provato ad invaderla in passato e non dovremo aspettare secoli per un cambio di rotta.. Io dico che la collezione la completano!

Va tutto bene.

-m4p-

Quest’articolo è stato ispirato da: http://terracinasocialforum.wordpress.com/2009/12/06/rivoluzione-viola-o-rivoluzione-soros/

* * *

Magari v’interessa pure:

 Quello che non passa è l’arroganza dei potenti: non conoscono pudore, non conoscono vergogna, per questo il loro verbo è solo squallida menzogna.

Annunci

7 commenti su “Le rivoluzioni colorate di Soros

  1. rscaru ha detto:

    Non è CDB, finanza predatoria, il proprietario del PD?

  2. marco4pres ha detto:

    Di sicuro non è un martire.

  3. […] ci sono i soldi di Soros  dietro a tutte le “rivoluzioni colorate” dell’Europa Orientale e di parte del Bacino del […]

  4. […] in realtà è la rivoluzione araba di cui i complottisti riescono meno a sostenere che sia stata manovrata. Io penso che sia stata l’unica, insieme con quella egiziana, che se anche magari ha subìto […]

  5. […] La Rivoluzione delle Rose in Georgia. La Rivoluzione Arancione in Ucraina. La Rivoluzione dei Tulipani in Kirghizistan. La Rivoluzione Zafferano in Myanmar. La rivoluzione verde in Iran. Il Popolo Viola in Italia. Dietro tutti questi (e altri) colori sembra esserci la mano dello stesso artista, uno dei massimi rappresentanti del “capitalismo etico” di sinistra George Soros, un finanziatore e speculatore tanto caro al Premio Nobel per la Pace 2009. (Le rivoluzioni colorate di Soros) […]

  6. […] La Rivoluzione delle Rose in Georgia. La Rivoluzione Arancione in Ucraina. La Rivoluzione dei Tulipani in Kirghizistan. La Rivoluzione Zafferano in Myanmar. La rivoluzione verde in Iran. Il Popolo Viola in Italia. Dietro tutti questi (e altri) colori sembra esserci la mano dello stesso artista, uno dei massimi rappresentanti del “capitalismo etico” di sinistra George Soros, un finanziatore e speculatore tanto caro al Premio Nobel per la Pace 2009. (Le rivoluzioni colorate di Soros) […]

  7. […] sinistra George Soros, un finanziatore e speculatore tanto caro al Premio Nobel per la Pace 2009. (Le rivoluzioni colorate di Soros) E’ una follia perniciosa quella che permea le azioni di George Soros, il quale è […]

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...