A stro’ logia

L’astrologia affonda le sue radici nell’inventiva di alcune persone che per orientarsi di notte si sono ispirate alla mitologia greca (a sua volta basata sull’ignoranza e sull’uso di sostanze stupefacenti) o, come l’ha definita il Dottor Sheldon L. Cooper del California Institute of Technology di Pasadena:

The mass cultural delusion that the sun’s apparent position relative to arbitrarily defined constellations at the time of your birth somehow affects your personality.
[L’illusione culturale di massa che la posizione apparente del sole all’ora di nascita rispetto a costellazioni decise arbitrariamente influenzi in qualche modo la personalità – T.d.m4p]

Lo zodiaco che conosciamo grazie ai cartoni animati è sopravvissuto fino a oggi perché i romani l’hanno rubato ai greci, e i loro discendenti hanno esportato democrazia e cultura un po’ dappertutto nel corso dei secoli, con straordinario successo. Sebbene il cielo notturno del nostro emisfero non sia visibile in quello australe e quindi i nati a sud dell’Equatore non possano risentire degli effetti di quelle stelle, i sempre egocentrici europei (v. ad es. un planisfero) sono riusciti a vendere anche a loro questa superstizione. Cosa rende il cielo dell’emisfero boreale più magico della sua controparte diversamente settentrionale? La storica e arrogante imposizione socioculturale? Il marketing? L’abitudine? L’acqua del cesso che scorre in senso orario?

Quando mi sono chiuso un dito nello sportello della Fiesta ho scoperto una nuova costellazione, che ho chiamato subito a gran voce con il nome di un essere mitologico per metà maiale.

Quella che vediamo, inoltre, non è nemmeno la posizione effettiva di stelle e pianeti in quel momento -come accennava già il Dottor Cooper- poiché vista l’enorme distanza la loro luce ci arriva col ritardo medio di un Intercity (tenete presente che quella del sole ci mette 8 minuti per giungere fino a noi e altri 250 affinché Carlo Conti sia soddisfatto dell’abbronzatura). Per non parlare poi del fatto che tendiamo a dimenticare la terza dimensione (oltre a lunghezza e circonferenza), e che cioè le stelle non sono appiccicate alla volta celeste: tra di loro distano -in profondità– parecchi anni luce, anche se appartengono alla stessa convenzione. Il fatto che “creino dei disegni”, insomma, è solo una coincidenza, un’impressione – a proposito di antropocentrismo e sostanze stupefacenti.

Penis Major, una costellazione visibile solo dopo la quarta pinta di Tennent's

Nonostante sia indubbia e scientificamente provata l’influenza della luna su maree, ciclo mestruale e licantropi dovuta a magnetismo e gravità, non esiste alcun risvolto mistico o arcano, tranne che per il ciclo mestruale. Se dovessi dar retta agli astrologi, poi, coi miei 26 anni dovrei aver già incontrato l’amore della mia vita almeno due o tre volte, un numero tale da poterlo identificare col mio dentista o col mio parroco, che all’epoca mostrommi un certo interesse per la cosa. La storia dell’amore della vita presenta anche due problemi alternativi, come ho già detto in un altro post:

  1. ci si innamora tra persone dello stesso segno con conseguente scioglimento di innumerevoli matrimoni e aumento di incesti;
  2. ci si innamora di qualcuno pur non essendo l’amore della sua vita, con conseguente aumento di depressione e di Satana.

Mentre le caratteristiche del segno zodiacale sarebbero quelle di come si appare agli altri, l’ascendente rivelerebbe invece la vera natura dell’individuo e, credetemi, se siete Vergine ascendente Sagittario come me, vi conviene. Tuttavia anche questa favola si basa su un’invenzione dell’uomo: il tempo. Bisogna considerare l’ora solare anche quando vige quella legale? Si tiene conto del fuso orario o ce n’è uno ufficiale e poi ognuno fa i propri calcoli?

Insomma come avrete capito Paolo Fox non è tra i miei amici né lo followo, e non solo perché nel suo sito ufficiale ci tiene a sottolineare che “non ha pagine su Facebook, Twitter o altri social network”. Mi chiedo come mai sia così refrattario al dialogo.

-m4p-

F.U.CK. (Frequently Usked Ckuestion)

Non credi che prendere in giro qualcosa in cui credono ardentemente milioni di persone sia una pantagruelica mancanza di rispetto?
Più che altro credo che approfittare della credulità di gente primitiva per trarne profitto sia una mancanza di rispetto religiosamente maggiore. Ah, no, scusa, torniamo all’astrologia. Boh, forse è un’evoluzione della teoria dell’evoluzione: il più forte (in questo caso il più furbo) ha la meglio sul più debole (psico-spiritualmente) com’è naturale che sia. Darwinismo 2.0, a questo siamo arrivati.

Collegamenti esterni:

Annunci

Un commento su “A stro’ logia

  1. Starla ha detto:

    Mi piace molto quella costellazione. E credo che prendere in giro una cosa a cui credono migliaia di persone sia un dovere. Chi devo prendere in giro, quelli che collezionano unghie smaltate di iguana?

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...