Taccuino di un giovane sporcaccione

Quando risposi a una compagna di corso di essere delle Marche, lei commentò che non ci avrebbe mai pensato.
“Lo so,” dissi, “è una di quelle regioni che non si ricordano mai, come il Molise o quell’altra.”

Quand’ero molto molto piccolo avevo un sacco di amici, ma veramente tanti. Poi fecondai l’ovulo e li persi tutti di vista.

Non sono fortunato con le donne. Ho avuto un rapporto tribolato col sesso sin da bambino: non riuscivo a trovare nessuno disposto a farmi un pompino, alle elementari. Nonostante fossi cattolico. È il genere di cose che succede solo agli altri. Fortunelli. L’astinenza mi ha dato il tempo per cercare la risposta a diversi interrogativi, tipo “qual è la differenza tra fellatio e pompino?”
Mi sono risposto che è fellatio quando chi te lo succhia c’ha la laurea. Un riconoscimento ben al di là dell’effettivo valore del pezzo di carta.

I miei genitori hanno chiamato il loro bar Marco Café. Un’amica mi chiese come l’avesse presa mia sorella ma… mia sorella… si chiama Café.
No, non è vero. I miei genitori non hanno un bar. Anche se a Café piacerebbe che ne aprissero uno. Le piace l’idea di vedere il suo nome scritto col neon: sta pensando di cambiarlo legalmente in Grill… o Parcheggio… o Sexy Shop.

Qualche tempo fa avrei voluto sposarmi ma i genitori di lei erano contrari. Per dimenticare la tristezza mi rifugiai nell’amore fisico: mi abbandonai alla passione, al desiderio, alla lussuria…
Quando finalmente ricademmo sfiniti sul letto, alle prime luci dell’alba, trassi un respiro profondo, raccolsi tutto il mio coraggio e dissi: “Adesso posso sposarla, tua figlia?”
Papà si sistemò meglio sul letto e mi fissò. Café, che era lì a filmarci, fremeva in attesa.
“Chiedilo a sua madre” fu la risposta.
“Ah, io non voglio saperne niente” sbraitò mamma uscendo dalla chiesa.
“Uddìo!” esclamò nonna prima di continuare a dare l’eucarestia.
“Sì?” s’intromise Dio prima di continuare a farsi mangiare.
“Nulla” chiosai pensando alla mia fede.

Sono bravo solo in tre cose: l’inglese e la matematica. Ma non sono tanto sicuro dell’inglese.

-m4p-

Read in English

Annunci

5 commenti su “Taccuino di un giovane sporcaccione

  1. Pai ha detto:

    Sei proprio divertente!

  2. Barabba Marlin ha detto:

    sei divertente non è appropriato, non solo hai senso dell’umorismo, ma hai tecnica, che è cosa ben più rara

Che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...