Madonnix

Bimbo: “Di dove sei tu?”
m4p: “Sono delle Marche. Tu lo sai cosa sono, Le Marche?”
Bimbo: “Certo!”
m4p: “Cosa sono?”
Bimbo: “Tipo la Nike, la Puma…”
m4p: “Ecco.”

[Dialogo realmente avvenuto]

Visto che non mi sono mai, inspiegabilmente, vergognato di dirlo, ormai qualcuno sa che sono marchigiano.

Marchigiano come Raffaello (purtroppo non la tartaruga ninja), marchigiano come Leopardi (purtroppo non i felini), marchigiano come Fabri Fibra (purtroppo).

Marchigiano come Gioacchino Rossini, Valentino Rossi e Neri Marcorè, colori con nome e cognome.

Marchigiano come le Winx, le fate troie della Rai, soprattutto Stella.

Quindi ecco, comprate la roba delle Winx, ché così date i soldi alla mia regione.

Ok, “la roba delle Winx” la fanno in Cina, ma tanto ci sono più cinesi nelle Marche, quindi tanto vale.

La mafia zanzibarina mi informa che la serie delle Winx (che tra l’altro si intitola Winx Club e non Le Winz, come credevo) è realizzata dallo studio Rainbow, a Loreto, nelle Marche, appunto. Nelle Marche come le olive all’ascolana, nelle Marche come il Varnelli, nelle Marche come… insomma, ci siamo capiti.

Un tempo Loreto era famosa per “la casa della Madonna” (come la chiamiamo noi) o Basilica della Santa Casa (come la chiama Wikipedia), nonché per questa statua:

am_loreto1

Adesso è famosa per le Winx.

Eppure ci vorrebbe così poco per rilanciare l’immagine sacra della città, basterebbe… vestire la Madonna da Winx.

E Gesù da Pixie (purtroppo non quelli di Where is my mind).

-m4p-